Seguirti

Davanti a un foglio bianco … mille suggestioni.

Il desiderio di raggiungerti lì dove tu sei…; parlarti, ascoltare le tue domande e accogliere i tuoi perché.

Così comincia ogni volta l’avventura di questi scritti, quando senza pretesa, cerchiamo di raccontarti la nostra esperienza di vita nello Spirito che quotidianamente si confronta con la propria umanità in cammino, con le circostanze, con la storia.

Spesso, tu che leggi, chiedi preghiere, ma molto di più ci sei tu che ti interroghi sulla tua vita, che cerchi la tua strada, che ti chiedi come rispondere ad un fuoco che ti incendia dentro e che non lascia spazio a nessun’altra passione.

E pensando a te, oggi, mentre con tutta la Chiesa ricordiamo Santa Maddalena, apostola degli apostoli, desidero condividere queste piccole risonanze interiori che spero possano aiutarti a metterti in ascolto e riconoscere la usa voce!

Maddalena è una donna “guarita” liberata dal suo “male” … perdonata . 

Maddalena è colei che  una volta sperimentato il potere dell’amore di Cristo non sa farne più a meno, fino al Calvario e poi al sepolcro dove, con angoscia, smarrimento, vuoto… cerca il Maestro che gli hanno portato via e non sa dove lo hanno posto.

È una cercatrice appassionata del Signore… Non si ferma di fronte alla furia del martirio sulla croce e, pur confusa dal buoi della morte, cerca….

La sua esigenza di dare almeno degna sepoltura ad un corpo, è come se avesse in qualche modo offuscato la certezza della risurrezione di Cristo. Lei cerca da persona umana, il corpo del Signore…

Ma non trova perché la sua ricerca è vinta dal dolore….

Lo ha davanti il Rabbi, ma non lo riconosce! È un corpo trasfigurato quello di Gesù ma è un occhio accecata quello di Maria di Magdala.

Ma Dio ha compassione della sua creatura, capisce che da sola non è capace di oltrepassare il buio della morte e con delicatezza e tenerezza infinita sussurra: Maria! 

Ella si volta e lo riconosce! Il suo nome pronunciato dal maestro , come un gancio la tira fuori dalla sua cecità… Dio sa che lei è li e lo cerca …. E si lascia trovare!

A te allora che vai a tentoni alla ricerca del volto del Signore io auguro che tu possa sentire, come questa grande santa, il bisbiglio del tuo nome sul cuore, possa sperimentare la presenza di Gesù nella tua ricerca e come lei “voltarti” dal tuo mondo al suo… incrociando nella verità il suo sguardo e cominciare la tua sequela.

Nessun commento

Aggiungi un commento