Il sentiero del CONSIGLIO

San Giovanni della Croce

“Non voglia nient’altro che seguire quanto le consiglio; tranquillizzi la sua anima, lei sta su una buona strada. Metta la sua vita in Dio che ha cura di lei…”

 Sono queste le parole che Giovanni della Croce rivolge a Donna Giovanna de Pedraza che deve cambiare il suo comporantemnto e la valutazione della sua situazione spirituale, o almeno, seguire i consigli del suo accompagnatore. Anche questo è un sentiero che porta al monte. Il sentiero del consiglio spirituale. Oggi ognuno tende a vivere per sé e a decidere di ciò che vuole fare, in base a ciò che sente. Punti di riferimento sicuri non ce ne sono, se non quelle luci simili a lampi di temporali notturni che appena finito il bagliore portano tuoni e tempesta. È come pretendere di tracciare sentieri man mano che si mettono i passi sul terreno: rischioso davvero! Affidarsi a qualcuno che già conosce la via, che ha frequentato la meta, che è esperto delle insidie dei cespugli e dei pericoli del monte, che sa da quali tane escono i lupi e a quale ora girano gli avventurieri avidi delle borse degli stranieri del posto… è aver guadagnato gran parte del cammino.

Nient’altro che seguire il consiglio spirituale di un conoscitore di Dio: quale leggerezza in cuore! è un camminatore ogni uomo inviato come profezia per i pendii del monte, un intenditore di bivacchi per non raffreddarsi al calar della sera, un saggio compagno, discreto ma non troppo. Magari lo incontri e ti sembra uno che come te vaga alla ricerca di un sentiero, ma poi ti accorgi che la sa lunga sui passi da fare. E finisci col fidarti perché ti accorgi che lui ha camminato prima di te, scortato da altri, sfidando l’incertezza del fidarsi. Chi ha mangiato il pane duro del cammino, porta nello sguardo il bagliore delle altezze. A quest’uomo puoi dare la mano perché ti conduca e ti indichi il sentiero da percorrere. Le coordinate le conosci tu, perché Dio le ha scritte in te, e solo tu puoi renderle manifeste, ma l’interpretazione di esse non spetta a te. Per te ha mandato i viandanti del Risorto, sono i pastori dell’Assoluto, coloro che custodiscono il sigillo della Presenza e possono dirti: Ti porto dal tuo Signore, perché è Lui che mi ha mandato a te, quando si è accorto che ti sei accostato al monte…

Nessun commento

Aggiungi un commento