Stare nell’incontro, è questione di cuore

Anche oggi il desiderio di condivisione nasce dalla sosta sulla Parola.

Una meditazione semplice ma sconcertante sulla vulnerabilità del cuore umano.

Rimanere fermi nell’esperienza dell’incontro decisivo della vita non è scontato.

Solo pochi giorni fa leggevamo e pregavamo con le parole del grande Re Salomone che ancora giovane, raccolta l’eredità del Padre Davide, non chiedeva potere e ricchezze ma un cuore docile. Adesso lo vediamo invecchiato nell’idolatria, con il cuore piegato verso falsi dei e incapace ormai di riconoscere il volto del Signore. Stare nell’incontro è questione di cuore!

Le esperienze si inseguono e in esse le scelte ma dove si stabilisce il cuore?

Ogni relazione importante porta il sigillo di una intesa, di un momento nel quale la vita dell’uno è percepita incompleta e vuota senza quella dell’altro, un momento e un tempo nel quale i sogni si intrecciano, gli scopi si unificano, le attese si sovrappongono, la ricerca del bene e del buono divengono motivo di vita… In ogni relazione importante nasce il noi dal cuore di entrambe.

Tutto si spezza solo quando un io prevale, quando si abbassa la soglia della vigilanza e l’altro si percepisce sempre in modo più sfocato, più miope, meno centrato e centrale.

Anche con Dio stare nell’incontro è questione di cuore … è questione di un noi!

Anche con Dio stare nell’incontro è questione di vigilanza, di attenzione, di cuore sempre desto e in ascolto.

Stare nell’incontro con Dio è avere la consapevolezza di una bellezza libera. Il cuore docile è un dono ma anche una conquista.

Il cuore nel procedere può essere dis-tolto e via via divenire sordo.

Non manca la sollecitazione di Dio con il sospiro deciso sul cuore : Effatà: Apriti!

Ma dobbiamo stare nell’incontro. Se ci siamo allontanati, qualcuno ci deve portare e supplicare Dio perché ci guarisca.

Dio viene incontro alla mia sordità se la espongo umilmente alla potenza del suo amore. Apriti!

A che punto è la sordità del tuo cuore? Cerchi e stai nell’incontro? Ti lasci portare se ti sei allontanato?

Tags:
1 Comment
  • AM
    Pubblicato alle 00:52h, 12 Febbraio Rispondi

    È difficile sentire… arrivare a percepire l’incontro con una entità superiore…Non è un problema razionale, ma un sentimento ..è una questione di cuore, è forse un dono che non tutti hanno o ricevono.

Aggiungi un commento